Jewels for Christmas

Letera33 New collection Chakra in gold rose

Maria Diana COntemporary Jewelry, ceramica e innesti in oro, platino e altri preziosi

bracciale Maria Diana 

Solitario  carati 2,70  E color vvs1 round cut

anello in resina e crisoprasio AnnaNi’ Bijoux  cool hunting  nell’ottobre 2013 

Bijoux Fg, resine per tutti

Wordit in seta e messaggio, campanelle Maria Grazia Baldan, L’ete Indien tormaline

Wordit Bracelets in crepe di seta, fatti a mano in Italia

Ofelia Beltrame pezzo su richiesta

Beba Gioelli l’alberello di Natale e campanella in metallo

Trilli di Maria Grazia Baldan in oro bianco, giallo, rosa, satinato e lucido, smalto e oro, bracciale in oro rosa

IdB Jewels

Barbé Beauty boutique in Milano, gioielli e accessori oltre all’eccellenza in campo bellezza

Barbè e alcuni dei suoi gioielli

Dag Gioielli da Barbè in corso Concordia

Da Barbè non solo profumi di nicchia e prodotti di bellezza, ma anche accessori di ricerca

Orecchini Ofelia Beltrame, realizzati a mano con pietre dure e medagliette

Ofelia Beltrame

Un breve tour virtuale per voi  in quelli che sono i gioielli più regalati a Natale,  ho fatto un giretto in alcune boutique milanesi per vedere cosa é stato scelto per i regali del Natale 2014.

Un indirizzo da segnare in agenda  é senza dubbio Barbè Beauty boutique, uno di quei posticini dal fascino retro  che io amo tanto, Cesira vi guiderà con competenza ed eleganza nella scelta di un bijou o di una crema o un profumo particolare, adorabili le clutch di Maria La Rosa, alle quali non ho potuto resistere.

La mia ricerca ha visto protagonisti  dei regali i classici gioielli ma anche insoliti bijoux.

Dal classico solitario ai bijoux d’autore tanto amati e che ora sono entrati nelle gioiellerie, sì, finalmente se ne sono accorti tutti, anche quei parvenu che pensavano di essere chic solo con  parure di Bulgari o di Buccellati, Cartier, De Grisognono, Pasquale Bruni, Van Cleef, Tiffany e chi più ne ha più ne metta.

Eh sì, la crisi ha cambiato gli scenari, il panorama, diverso é lo scenario, diverse sono ora  la domanda e l’offerta.
Molto meglio un bijou d’autore  di un gioiello “vorrei ma non posso”? 
Che ne pensate?
Sapete che io sono per l’essere e per il non apparire.
Abbasso i gioielli falsi, sperando che sembrino veri.
Abbasso i gioielli  volgari e pacchiani.
Viva la minimal jewelry, che non é la gioielleria da Prima Comunione, come mi é capitato di leggere da qualche parte… 
 fine jewelry per quelli che non hanno bisogno di” sembrare” e che si accontentano di essere.
Viva le eccezioni che confermano la regola.
Purtroppo il trend vede ancora gli statement necklace in primo piano ancora nella prossima stagione.
Pazienza, voi continuerete a sceglierli forse, io continuerò sicuramente  a non amarli.
Perché l’omologazione, in qualunque ambito, non fa per me.
tutti i diritti riservati
Tuttepazzeperibijoux
©copyright 2014

Commenti 2