Vicenzaoro Spring 2013

Con Isabella e Luisa di DD Mag il diario di stile di Isabella Morselletto,  visitatelo troverete delle vere chicche per chi ama il bello e fare ricerca.
I polsi di Isabella e Luisa ( non ho potuto resistere, ho dovuto fotografarli)

Yvone Christa 

Maria Sole Gioielli

Aonie

Di Luca

Cameo Italiano

Pomi

Pomi
Rosso Prezioso
Se.ma..Vi
L’edizione Spring 2013 di Vicenzaoro é alle battute finali, oggi si chiude questa edizione alla quale ho preso parte lunedì documentando per voi le cose più interessanti dal mio punto di vista.
Nell’ambito del premio Andrea Palladio International  Jewellery Awards sono state premiate otto categorie  con altrettanti vincitori in ambiti diversi, la giuria presieduta da Gianmaria Buccellati ha voluto premiare Giancarlo Montebello, Cartier, Bulgari, Stephen Webster, Damiani, Pasquale Bruni.
Lunedì, nel pomeriggio, si é tenuto anche l’interessante seminario Update season 2014 and trend evolving 2015.
Tantissimi i paesi presenti come sempre, più di 60 e  più di 1300 brand presenti, italiani e provenienti da tutto il mondo, la nostra artigianalità si é come sempre contraddistinta.
Oreficeria, gioielleria, argenteria, pietre preziose e semipreziose, camei orologi da polso in una kermesse all’insegna del lusso rivisitato e contaminato da materiali diversi da oro o argento, il bronzo fa il suo ingresso anche nelle aziende solite lavorare solo metalli preziosi.
Al Trendvision nel padiglione F di scena le aziende più moderne, innovative e giovani del panorama della gioielleria.
L'”effervescente” Glamroom in un’edizione un po’ più “liscia” del solito, mi ha riservato come sempre qualche bella proposta e qualche delusione.

Qualche novità, LaMiaMe, la bambolina/ciondolo gioiello creato da Francesca Campioli, che racconta chi lo indossa, creato  a nostra immagine e somiglianza, personalizzabile, un oggetto sicuramente di ricerca, che deve però incontrare un particolarissimo  gusto personale ( non il mio ) che vada anche a giustificarne il costo.

Otto mi é piaciuto molto, per me una piacevole novità, le conferme di gradimento sono arrivate da Rosso Prezioso, Yvone Christa, Aonie, Se.ma..Vi, Maria sole Gioielli, Pomi, Cameo Italiano, Di Luca.


 Cosa non mi é piaciuto? Prestisimo sul blog, vi anticipo solo che se durante la prossima edizione vedrò ancora un orecchino in passamaneria  e accessori fluo non so cosa potrò scrivere…

Interessantissima l’area degli espositori indiani con pietre molto belle e con ottimi prezzi.
L’artigianalità italiana é il nostro fiore all’occhiello, é riconosciuta in tutto il mondo e anche in questa edizione ho molto apprezzato il made in Italy.

Vi ricordo che fino al 18 giugno potrete ammirare a Palazzo Bonin Longare di Vicenza i gioielli di molti designer italiani nella mostra curata da Alba Cappellieri, professore di design del Gioiello presso il Politecnico di Milano e che é intervenuta come sempre alla Conferenza di apertura.( QUI vi avevo già parlato nel mese di gennaio di questa mostra).

Al mio arrivo il sole splendeva alto nel cielo terso, durante le 9 ore trascorse “altrove”, all’esterno si é scatenata la tempesta, ma noi non ce ne siamo proprio accorti.( foto 1 e  12 ).

Questo il primo assaggio con i i miei si e i miei no, molto presto parlerò di molti di loro.

testo e contenuti
Maria Elena Capelli
Tuttepazzeperibijoux
2013 Copyright

Comments 13