I sigilli di Pyrrha

Danielle Wilmore e Wade Papin 
trovano una polverosa scatola contenente dei vecchi sigilli risalenti al 19 secolo.
Da lì nasce l’idea di Pyrrha e l’idea di poter custodire nel tempo,
 gioielli che invece oggi sono sempre più  usa e getta.
Monili araldici, realizzati a mano in argento o argento in galvanica oro.

Anelli con iniziali, simboli, talismani araldici e catenine in argento ciondoli e pendenti  che trasmettono passione, storia, emozione.

Sigilli 
le cui crepe rimangono e vengono trasferite sul metallo, 
a riprova del fatto che esiste una perfezione dovuta all’imperfezione,
 quel gusto che viene appagato quando vengono realizzati gioielli dalla patina vintage e preziosa.
Pyrrha 
mostra ogni imperfezione del gioiello e così facendo ne esalta paradossalmente i pregi.
Nello studio di Vancouver 
Wade e Danielle
creano  i loro gioielli diventati già un must have nel jet set, 
sono in vendita già nei migliori store del mondo.
testo e contenuti
Maria Elena Capelli
Tuttepazzeperibijoux
©copyright 2014
photocredits Pyrrha




Commenti 3